Sudden Light (Dante Gabriel Rossetti)

Dante

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Sono già stato qui,
Ma non so quando né come;
Conosco l’erba oltre la porta,
Il dolce odore intenso,
Un suono gemente, le luci attorno alla spiaggia. 

Tu sei già stata mia.
Quanto tempo fa posso non saperlo
Ma proprio quando al librarsi di quella rondine,
Il tuo collo si è girato in quel modo, 

Un velo è caduto – conoscevo tutto questo in passato.
Tutto questo non l’abbiamo forse già vissuto?
E non fa così anche il tempo con il suo turbinio incessante
Che ancora una volta d’amore colma le nostre vite
A dispetto della morte,
E giorno e notte istilla una delizia ancora?

Dante Gabriel Rossetti
(Dipinto “Reverie” di Dante Gabriel Rossetti)

 

* * * 

 

I have been here before,
But when or how I cannot tell:
I know the grass beyond the door,
The sweet keen smell,
The sighing sound, the lights around the shore. 

You have been mine before,—
How long ago I may not know:
But just when at that swallow’s soar
Your neck turn’d so,
Some veil did fall,—I knew it all of yore.

Has this been thus before?
And shall not thus time’s eddying flight
Still with our lives our love restore
In death’s despite,
And day and night yield one delight once more?

Dante Gabriel Rossetti

(Painting “Reverie” by Dante Gabriel Rossetti)

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito