empathy.jpg

Nei rapporti tra noi e gli altri si possono – in estrema sintesi – dare tre modalità.
Tali modalità possono essere fisse – se ne ha una che rimane inalterata per tutta la vita – o possono rappresentare una successione di stadi del nostro sviluppo.

La prima è quella della dipendenza dagli altri, propria di chi ha una visione sfocata del proprio sé e del mondo ed ha bisogno delle opinioni, dei pareri e dei pensieri degli altri per farsi una propria visione delle cose (tesi).
L’elemento positivo è l’ascolto, quello negativo l’insicurezza.

La seconda è di chi possiede una visone nitida di sé e del mondo e non si cura dei pensieri e delle opinioni altrui (antitesi).
L’elemento positivo è la sicurezza, quello negativo l’incapacità di ascoltare.

La terza appartiene a colui che pur possedendo – o avendo raggiunto – una visione nitida delle cose sente che le opinioni e i pensieri degli altri aggiungono ai suoi qualcosa che a lui manca (sintesi).
La visione nitida del mondo che si fonde con l’empatia, è la sintesi del saggio.

Piero Cammerinesi

* * *

It is easy in the world to live after the world’s opinion; it is easy in solitude after our own; but the great man is he who in the midst of the crowd keeps with perfect sweetness the independence of solitude.

Ralph Waldo Emerson

È facile vivere nel mondo secondo l’opinione del mondo; è facile vivere in solitudine secondo noi stessi; ma il grande uomo è colui che in mezzo alla folla conserva con perfetta serenità l’indipendenza della solitudine.

Ralph Waldo Emerson

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito