Report del 2021 prevedeva l’epidemia di vaiolo delle scimmie per il 15 Maggio 2022

K7qkjuct 720

 Le società coinvolte hanno ricevuto milioni dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

 

Nel marzo 2021, la National Threat Initiative (NTI) ha collaborato con la Conferenza sulla sicurezza di Monaco per condurre una esercitazione da tavolo sulla riduzione delle minacce biologiche ad alto rischio.

Il report si è concentrato specificamente su un focolaio di Monkeypox.

 

Questa esercitazione da tavolo può essere aggiunta a un lungo elenco di altre esercitazioni pandemiche. In un thread ho parlato di 4 esercitazioni da tavolo pandemiche che hanno avuto luogo negli ultimi vent’anni come Operation Dark Winter, Atlantic Storm, Clade X e il più famoso Event 201.

Ora ne abbiamo un altra che possiamo aggiungere all’elenco chiamato “Rafforzare i sistemi globali per prevenire e rispondere alle minacce biologiche ad alto rischio”.

Open Philanthropy ha finanziato il rapporto. Uno dei suoi principali finanziatori è Dustin Moscovitz che ha fondato Facebook insieme a Mark Zuckerberg .

Approfondimenti: Assicurati di leggere questi articoli per comprendere

 

Prima di passare a un breve riassunto del documento, è importante scendere nella tana del coniglio per vedere come sono collegati i punti. Il rapporto era una partnership tra The Nuclear Threat Initiative (NTI) e la Conferenza sulla sicurezza di MonacoLa Conferenza sulla sicurezza di Monaco ha ricevuto un finanziamento di 1,2 milioni di dollari dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

 

Anche la Nuclear Threat Initiative (NTI) ha ricevuto 3,5 milioni di dollari dalla Bill & Melinda Gates Foundation a nome di Vaccine Development.

 

Il 20 settembre 2017, la Nuclear Threat Initiative (NTI) e il World Economic Forum (WEF) hanno ospitato una tavola rotonda sull’attuale panorama dei rischi biologici presentato dal progresso tecnologico nel contesto della Quarta
Rivoluzione Industriale

Avanti veloce di 3 anni e nel gennaio 2020, NTI e il World Economic Forum hanno pubblicato un rapporto intitolato “Innovazione nella biosicurezza e riduzione dei rischi: un quadro globale per la sintesi del DNA accessibile, sicura e protetta”

https://www.nti.org/wp-content/uploads/2020/01/Biosecurity_Innovation_and_Risk_Reduction.pdf

Dal comunicato stampa del World Economic Forum ciò di cui parlano:

“I rapidi progressi nelle tecnologie di sintesi del DNA disponibili in commercio – utilizzate ad esempio per creare artificialmente sequenze geniche per la diagnosi clinica e il trattamento – presentano rischi crescenti, con il potenziale di causare una minaccia catastrofica alla sicurezza biologica se utilizzati in modo accidentale o deliberato”

Ora che abbiamo stabilito chi sta finanziando questi rapporti, diamo un’occhiata più da vicino al rapporto stesso del 2021 che prevedeva l’epidemia di Monkeypox (vaiolo delle scimmie) e sì, la data esatta è prevista nel documento

 

 

https://www.nti.org/wp-content/uploads/2021/11/NTI_Paper_BIO-TTX_Final.pdf

A pagina 6 della relazione di 36 pagine nell’Executive Summary si dice

“Lo scenario dell’esercitazione ritrae una pandemia globale mortale che coinvolge un ceppo insolito di virus del vaiolo delle scimmie emerso nella nazione immaginaria di Brinia e diffuso a livello globale nell’arco di 18 mesi. In definitiva, lo scenario dell’esercitazione ha rivelato che l’epidemia iniziale era stata causata da un attacco terroristico che utilizzava un agente patogeno ingegnerizzato in un laboratorio con disposizioni inadeguate di biosicurezza e bioprotezione e una supervisione debole. Alla fine dell’eserciztazione, la pandemia immaginaria ha provocato più di tre miliardi di casi e 270 milioni di decessi in tutto il mondo”.

La discussione tra i partecipanti all’esercitazione ha portato ai seguenti risultati chiave:

  • Rilevamento, valutazione e avvisi globali deboli dei rischi di pandemia
  • Lacune nella preparazione a livello nazionale.
  • Lacune nella governance della ricerca biologica
  • Finanziamento insufficiente della preparazione internazionale alle pandemie.

Per affrontare questi risultati, gli autori hanno sviluppato le seguenti 5 raccomandazioni.

  1. Rafforzare i sistemi internazionali per la valutazione del rischio pandemico, l’avviso e l’indagine sull’origine delle epidemie
  2. Sviluppare e istituire trigger a livello nazionale per una risposta tempestiva e proattiva alla pandemia
  3. Istituire un’entità internazionale dedicata alla riduzione dei rischi biologici emergenti associati ai rapidi progressi tecnologici
  4. Sviluppare un fondo catalitico per la sicurezza sanitaria globale per accelerare lo sviluppo delle capacità di preparazione alla pandemia nei paesi di tutto il mondo
  5. Stabilire un solido processo internazionale per affrontare la sfida della resilienza della catena di approvvigionamento

Ciò che è particolarmente interessante di queste raccomandazioni è il ruolo che le Nazioni Unite, l’OMS e le banche dovranno svolgere (tutte sono menzionate nel rapporto). Questo sembra un cenno diretto al trattato sulla pandemia dell’OMS che è in discussione all’Assemblea mondiale della sanità dal 22 al 28 maggio.

Approfondisci:

https://www.forbes.com/sites/brucelee/2022/05/18/the-who-to-discuss-global-pandemic-treaty-at-world-health-assembly-may-22-28/


Non è altrettanto interessante che dal 22 al 26 maggio si terrà anche il meeting del World Economic Forum 2022.

Ho menzionato in precedenza i partecipanti all’esercitazione, ma chi sono? Non sorprende che siano stati i soliti protagonisti a essere coinvolti casualmente nell’Evento 201. Eccone solo alcuni da pagina 9:

Dr. Michael Ryan, Direttore Esecutivo, Programma per le emergenze sanitarie dell’OMS

Dr. Ruxandra Draghia-Akli, Global Head, Johnson & Johnson Salute globale Salute pubblica Ricerca e sviluppo Janssen Ricerca e sviluppo

Dr. Chris Elias, Presidente, Divisione Sviluppo Globale Bill & Melinda Gates Foundation

Sir Jeremy Farrar, Direttore Wellcome Trust

La cosa più affascinante di tutte però è stata la data prevista dal documento dell’epidemia di vaiolo delle scimmie (pagina 9). Divertente quanto siano infallibilmente accurati con le loro previsioni. Solo una coincidenza ovviamente.

 

Il rapporto parla anche di fattori scatenanti futuri. Pagina 17″

“Nei piani nazionali di risposta alla pandemia, misure di prontezza specifiche verrebbero “attivate” in base a fattori correlati alla potenziale gravità dell’epidemia, ai ritardi previsti nella consapevolezza della situazione e al tempo necessario per attuare le misure di risposta e vedere i risultati”

Come era evidente con il Covid ancora una volta si parla di appiattimento della curva, uso di mascherine e cessazione degli assembramenti, nonché misure di screening sanitario per i viaggi (passaporti vaccinali).

“Sebbene le azioni attivate varino a seconda delle esigenze particolari del Paese, nella maggior parte dei casi gli obiettivi sono gli stessi: rallentare la diffusione della malattia per guadagnare tempo e appiattire la curva epidemiologica, utilizzando quel tempo per aumentare la salute pubblica e i sistemi sanitari per stare al passo con il crescente numero di casi e salvare vite umane. Gli NPI come gli obblighi di maschere e la cessazione delle riunioni di massa sono stati ritenuti fondamentali per bloccare le catene di trasmissione delle malattie. I partecipanti generalmente non hanno approvato restrizioni di viaggio come la chiusura delle frontiere, ma le misure di screening sanitario di viaggio sono state considerate preziose”.

Scarica il documento:

 

NTI_Paper_BIO-TTX_Final
Size : 1.7 MB Format : PDF

L’OMS convoca una riunione di emergenza mentre il virus MonkeyPox diventa globale

https://www.zerohedge.com/medical/how-has-monkeypox-suddenly-spread-all-over-globe-lightning-speed

“Sono sicuro che alla fine questa sarà la più grande epidemia di vaiolo delle scimmie che abbiamo avuto al di fuori delle aree endemiche dell’Africa”,

ha detto ad  Axios Daniel Bausch, esperto di malattie infettive e presidente dell’American Society of Tropical Medicine & Hygiene

Detto questo, Bausch non pensa che ci sia ancora motivo di preoccupazione.

“Non credo ci sia motivo di panico. Non credo che avremo decine di migliaia di casi”.

La prof.ssa Anne Rimoin, professoressa di epidemiologia all’UCLA ed esperta di vaiolo delle scimmie di fama mondiale, ha detto al  Telegraph  che la  vaccinazione dei contatti stretti dei casi confermati, nota anche come vaccinazione ad anello, è una buona opzione per i funzionari sanitari.

Ha aggiunto che  il pubblico non dovrebbe, in questa fase, essere troppo preoccupato.

Non sono esattamente sicuro di cosa stia succedendo, ma mi sono subito  chiesto se questo avesse qualcosa a che fare con le scimmie da laboratorio del CDC che sono scappate dal camion di trasporto in Pennsylvania a febbraio.
Così ho approfondito e quello che ho trovato è stato interessante e molto allarmante.
Il governo degli Stati Uniti ha ordinato 13 milioni di vaccini contro il vaiolo delle scimmie da un’azienda farmaceutica europea dopo che un uomo del Massachusetts è diventato il primo americano a cui è stato diagnosticato il virus nella famiglia del vaiolo nel 2022.

https://www.dailywire.com/news/us-buys-119-million-worth-of-monkeypox-vaccines-after-first-case-diagnosed-in-massachusetts

monkeypox.jpg

 

(Potrebbe essere un fattore?  Credit Jim Stone

2) Un rapido ripasso. Il 1 febbraio 2022, un camion del CDC che trasportava 100 scimmie da laboratorio “probabilmente infette”, si è schiantato in Pennsylvania e 3 scimmie sono fuggite per alcuni giorni e alla fine sono state catturate e uccise. Le scimmie sono state trasportate in aereo da Mauritius, una piccola isola a 400 miglia al largo della costa del Madagascar, a New York, e sarebbero state trasportate su camion in una “struttura di quarantena del CDC” non divulgata.

Il CDC è stato “a bocca chiusa” su quali possibili infezioni avrebbero potuto portare le scimmie. La compagnia aerea, Kenya Airways, ha rifiutato di rivelare chi ha spedito le scimmie.

Chi sta inviando scimmie da laboratorio infettive al CDC da minuscole isole in Africa? E perché tutte le parti coinvolte sono così disperate da mantenere il segreto? È così che la rete biologica riporta gli agenti patogeni in America? Usare gli animali come navi per nascondere il traffico di armi biologiche? La prova più schiacciante in Ucraina è stata trovata nelle cliniche veterinarie. https://www.nbcnews.com/news/amp/rcna14495
3) Il vaiolo delle scimmie è stato originariamente scoperto in scimmie da laboratorio sperimentali in Danimarca nel 1958 che sono state spedite da Singapore. Il primo focolaio umano si è verificato nella Repubblica Democratica del Congo, 12 anni dopo, nel 1970, a seguito di un “intensificato sforzo dovuto alla vaccinazione contro il vaiolo”, da parte delle Nazioni Unite. L’OMS e il CDC affermano che poiché il vaiolo è stato per lo più eradicato, il vaiolo delle scimmie ha preso il posto nella nicchia aperta in Congo. Inutile dire che non ci credo.

https://en.m.wikipedia.org/wiki/CIA_activities_in_the_Democratic_Republic_of_the_Congo
Donna che ha aiutato le scimmie in Pennsylvania a schiantarsi con problemi di salute: rapporto | Fox News

Tieni presente che la CIA ha svolto un ruolo SIGNIFICATIVO nella guerra, negli omicidi e nelle rivoluzioni militari che hanno avuto luogo in Congo e in tutta l’Africa centrale negli anni ’60 e ’70. Hanno assistito Joseph Mobutu in un colpo di stato militare, nota anche come Rivoluzione Colorata della CIA. Nel novembre 1970, il Congo tenne una “elezione” con solo il nome di Mobutu nel ballottaggio.

Questo è successo anche lo stesso anno in cui si è verificata l’epidemia di vaiolo delle scimmie, che ha portato alle elezioni.

IMG_9306.JPG

Non so se l’epidemia e il coinvolgimento della CIA siano collegati, ma alcuni dei più grandi attori della rete biologica internazionale, l’OMS, il CDC e la CIA, sembrano aggirarsi intorno a tutti i focolai nel mondo dagli anni ’40.

Che siano in Africa, Ucraina, Cina, le stesse entità sono sempre coinvolte e finiscono per essere le beneficiarie dei focolai.

Fonte

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
Pinterest
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT

Accedi al sito