Quest’alba… (Massimo Scaligero)

Questalba_Massimo_Scaligero.jpg

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Quest’alba dell’anima amara

che stempera il buio del mondo

in sinfonie di speranze,

mi parla inattesa d’un quieto

morire di sogni e di miti

dell’universo remoto:

e l’eco ne sembra sì antica

in fuga di tempo risorta,

che ogni sonorità si raccoglie,

si accende ritorna canzone,

musica della speranza,

canto del volere solare.

 

O sognata, io dispero

di questa immane follia

che sulla terra mareggia

in onde di cieco dolore,

ma nel tuo volto stellare

che palpita al nuovo segreto,

il cuore ritrovo del cosmo,

ritrovo l’«io sono». Mia forma

rinata da tutte le forme

d’amore confuse nel tempo,

tu giungi nell’ora più oscura,

tu giungi nel regno più grigio,

angelo mattutino:

tu nasci in respiro di vette

tra cuspidi tralucenti

d’iridescenze glaciali:

tu voli, carezzi e ridesti

i ritmi del cielo assopito

e nell’anima li ricongiungi

col palpito dell’immenso

nel coro dell’infinito.

 

Massimo Scaligero

(Dipinto di Sulamith Wülfing)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito