Pantano italiano

Old, broken television set.

Pantano-Italia e narrativa al collasso.

Tutti siamo immersi nel grande caos di questi giorni e il caos fa male a tutti. A noi… ma anche a loro.
Credo che molti di voi abbiano già visto la video-intervista al prof. Tritto.

Personalmente non concordo su alcuni punti, evidenziati non tanto dal professore quanto dall’intervistatore, ma si tratta comunque di un’ottima intervista. Dal complesso delle parole del prof. Tritto si possono trarre alcune conclusioni.

La prima conclusione è questa: la Cina è stata usata come “laboratorio mondiale” per la produzione di armi biologiche. La Cina ha messo in campo la manodopera (di altissimo livello), gli statunitensi hanno messo sul piatto la competenza tecnica (Ralph Baric e il team-Fauci di ricerca sulle gain of function) e gli investimenti (BlackRock, Vanguard, SSGA), i canadesi hanno fornito i virus patogeni per la bio-banca di Wuhan, senza contare gli inglesi, i tedeschi, gli olandesi, gli australiani… l’intero Occidente ha messo mano a Wuhan.

Per questo motivo nessuno accuserà nessuno, è una sorta di “stallo alla messicana”. E’ qui che entrano in gioco i Manovratori. Essi conoscevano la situazione e sapevano perfettamente che nessuno avrebbe accusato nessuno. Nel caso in cui l’Occidente avesse accusato la Cina, la Cina avrebbe tirato fuori le prove del coinvolgimento occidentale. E viceversa.

Sapevano che tutti i pupazzi avrebbero retto il gioco e che loro (almeno una parte di loro) avrebbero avuto le mani libere per implementare tutto il resto (società del controllo in primis). Esattamente come il virus può essere regolato tramite le sue varianti, così si sapeva fin dal principio che i vaccini avrebbero lavorato con un meccanismo “a tempo” (perché rispondono alla logica militare della copertura lungo un periodo di tempo limitato: quello dedicato alle operazioni sul campo… ovviamente in cambio di un continuo downgrade del sistema immunitario nativo). Chi gestisce il “tempo” e le caratteristiche delle varianti? E quello dei vaccini? I Manovratori, ovviamente.
O meglio: le due fazioni di Manovratori che si stanno facendo la guerra.
Essi fanno sempre così: controllano sia la scacchiera che i pezzi.


evidenza

Ma torniamo a noi. Sì, perché i Manovratori vivono e lavorano ad un altro livello…
Ormai è il disastro, sta venendo giù tutto e i piccoli burattinai devono offrire il capro espiatorio dei fantomatici “novax” a una popolazione stanca, delusa e confusa.

L’odio verso qualcuno (in questo caso una categoria di persone arbitrariamente identificata dai media mainstream) è l’unico modo per tentare di bloccare la caduta delle tessere del domino.
Nel frattempo in tanti stanno aprendo gli occhi, loro malgrado. Prendiamo ad esempio la categoria dei commercianti al dettaglio: vi ricordate quando, solo pochi mesi fa (era settembre), chiedevano di estendere l’obbligo della Carta Verde? “Dai, estendeteloh!1!!1”, “Ripartiamo in sicurezzah!!11!!”

image

E niente… alla fine i burattinai l’hanno esteso veramente. E adesso che succede? Non vi piace più? Ah! Troppo tardi, mi sa.

image

Altra narrazione che sta crollando come un muro di sabbia: hanno sospeso deriso, umiliato, minacciato e radiato centinaia di operatori sanitari in tutto il Paese, hanno allontanato e deriso insegnanti non vaccinati, hanno umiliato poliziotti e carabinieri colpevoli di rimanere fedeli ai dettàmi della Costituzione. E adesso? Adesso si lamentano perché gli ospedali sono al collasso, le scuole faranno fatica a riaprire e l’ordine pubblico è sempre meno garantito.
Che dire… ottimo lavoro!
E vogliamo parlare del Tamponificio-Italia? Se poco prima di Natale mandi in giro il messaggio che occorre tamponarsi tutti per evitare di ammazzare il nonno durante il cenone… beh, cosa credi che facciano quelle 30 milioni di persone che si abbeverano ogni sera ai putrescenti rigagnoli dei telegiornali? Si tamponeranno, ovviamente! E fioccheranno i positivi (per lo più asintomatici, ma comunque terrorizzati) e scatteranno le quarantene e… sarà il delirio! Ti diverti a creare il terrore? E’ facile… prova però poi a calmarlo, questo terrore. Una volta innescato, è tutto tuo!
Non regge ormai più nemmeno la scusa della “colpa dei NoVax”. Quando tutti intorno a te sono positivi e sono tutti vaccinati (e non è vero che “stanno tutti bene”)… beh, qualche dubbio te lo poni!

image
image

E che dire del fenomeno Galli? Ma cosa vogliamo dire… Praticamente la sua “cura domiciliare” è stata quella del fantomatico protocollo del Ministro Speranza ovvero: tachipirina e vigile attesa. La qual cura funziona talmente tanto bene che l’ha mandato in ospedale dove hanno risolto il papocchio con i monoclonali.

Più chiaro di così…

image

E vogliamo parlare della corsa alla Presidenza della Repubblica?

Il motto che meglio rappresenta la situazione attuale è: “mantenere le (attuali) posizioni”. Questo è ciò che ordina la grande Finanza internazionale tramite il suo braccio armato in loco (leggi: PD, per mano dell’articolista Filippo Taddei).

image

Vi ricordate la frase sibillina di Draghi a Mattarella, fatta filtrare apposta nei media mainstream? “Se resti tu resto anche io”.
Draghi non accetterebbe il fatto di non essere eletto in prima chiama e di doversi battere contro un qualunque altro candidato. Un’onta troppo grande da sopportare e, naturalmente, una sconfessione del suo lavoro da parte del Parlamento. L’unico compromesso che – forse – potrebbe accettare, sarebbe quello del mantenimento (temporaneo) dello status quo (Mattarella presidente). Magari con la scusa dell’emergenza in corso…
E’ l’unica carta – alternativa all’elezione a PdR – che rimane a Draghi.
E’ l’unica carta che rimane ai partiti e a quel troiaio che chiamiamo “Parlamento”.
E’ l’unica carta che rimane alle strutture sovranazionali che controllano il Paese.
Tutto il resto sarebbe un salto nel vuoto…

Questo, in sintesi, è il “pantano Italia”: una palude di menzogne, ricatti, piccinerie e capri espiatori offerti sulla pubblica piazza solo per coprire l’osceno disastro in corso.

Fonte

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
Pinterest
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT

Accedi al sito