Terrorismo ad orologeria

In Italia siamo abituati da anni alla giustizia ad orologeria...

...quella per cui, ogni volta che serve di sfiduciare un politico o di mandare a casa un governo salta fuori il magistrato di turno che tira fuori dall’armadio gli scheletri - peraltro ben noti precedentemente - utili alla bisogna.

Ma c’è anche il terrorismo ad orologeria ed è un 'prodotto' che va per la maggiore negli ultimi decenni. E, se continua, evidentemente funziona; squadra che vince non si cambia.

Come l’attentato di Parigi di ieri, a due giorni dalle elezioni che, con tutta probabilità, vedranno un populista di sinistra (Jean-Luc Mélenchon) contro una populista di destra (Marine le Pen) emergere nella sfida finale per la presidenza della repubblica.

In entrambi i casi si tratterebbe di un colpo durissimo per i piani di dominio mondiale euroatlantici; con uno dei due all’Eliseo, la Francia potrebbe mettere in forse la sua adesione all’euro e alla NATO.

Il timore che ciò possa condurre ad un successivo avvicinamento dei cugini transalpini alla Russia (Marine Le Pen lo ha fatto capire a chiare lettere) fa evidentemente tremare i polsi alle élite di Londra e di Washington, che stanno investendo tutte le loro energie nel demonizzare Putin e la Russia, ormai colpevoli di ogni male.

Ma ecco - come accadde, peraltro inutilmente, con l’assassinio della Cox alla vigilia del referendum per la Brexit - che coloro che hanno programmato l’attentato ad orologeria degli Champs-Élysées cercano disperatamente di far leva sulla paura e sulla conseguente richiesta di sicurezza e ordine da parte dell’opinione pubblica, così da sconsigliare agli elettori eventuali ‘salti nel buio’.

Ci riusciranno? 

Noi speriamo sinceramente di no e confidiamo nel coraggio dei francesi di mettere la parola fine all’asservimento dei popoli europei agli interessi di Washington e Bruxelles

Vota questo articolo
(3 Voti)
Ultima modifica il Venerdì, 21 Aprile 2017 12:29
Terrorismo ad orologeria - 3.3 out of 5 based on 3 votes

You have no rights to post comments

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Piero Cammerinesi
Chi Sono 

About me

Privacy Policy

Multilanguage content

en ENGLISH    de DEUTSCH

(You need to be logged in to see part of the content of this website. Please Login to access Biblioteca)