Marcia della Liberazione: Libertà, no al terrorismo della paura

Piazza

La classe dominante, e non dirigente, sta usando la pandemia per spaventarci per trasformarci da cittadini a servi della gleba.

Così Moreno Pasquinelli, co-organizzatore della “Marcia della Liberazione”, ha aperto il comizio-fiume di piazza San Giovanni in Laterano a Roma di ieri.

Questa non è una manifestazione No Mask, ma siamo qui perché sentiamo la sofferenza di chi ha perso il lavoro. Impongono un modello di società basato sulla paura. Noi non riconosciamo questa Unione Europea e questo governo che accettando i finti aiuti del Recovery Found farà si che noi lasceremo ai nostri figli un Paese ancora più indebitato.

ha proseguito.

Non meno “accesi” gli altri interventi di una scaletta durata ore, sei, ma mai stancante e ripetitiva.

L’attenzione degli spettatori è stata sempre presente anche col contributo di alcuni artisti che han donato all’evento le proprie performance quale, ad esempio, Rocco che ha presentato il proprio brano “il terzo like” che accusa chiaramente il social Facebook di controllare l’informazione.

Perché abbiamo 3 milioni disoccupati ? Perché chi lavora è povero? Perché hanno venduto questo Paese! – ha spiegato un altro oratore – Sei precario fino a 40 e non puoi programmare la tua vita poi si lamentano che non fai figli. Deve cessare questo sfruttamento.

Le misure anti-Covid sono sproporzionate – ha aggiunto un altra intervenuta -. E’ il Governo che ci ha chiusi da un giorno all’altro ad essere negazionista dei nostri diritti.

Non si è parlato di sola epidemia da coronavirus, però.

Il tema centrale dell’incontro è stato quello della sovranità nazionale rispetto all’Europa e della sovranità monetaria rispetto all’Euro. Contemporaneamente si solo elencati i mali della globalizzazione e del liberismo sfrenato.

Le multinazionali fanno chiudere tutto perché non pagano quasi tasse e giocano fuori dalle regole del mercato, con la complicità di una classe polizia di destra e di sinistra.

Ci si è scagliati contro la moneta elettronica, ed a favore dei pagamenti in danaro contante : sono i grandi evasori quelli da colpire, è stato detto.

Mori (Vox): La Sovranità appartiene al Popolo!

L’avvocato Marco Mori (Vox Italia) ha ricordato l’articolo 1 della nostra Costituzione : “La Sovranità appartiene al Popolo”.

Parliamo di diritto – ha spiegato – : le cessioni di sovranità sono reato. Oggi il Parlamento non può legiferare sulla moneta, la Nazione può non avere i soldi e deve chiederli in prestito ai mercati finanziari.

Marinelli : I malati non covid sono stati abbandonati

Poi è stata la volta di Beatrice Marinelli del Comitato Pro Ospedali Pubblici che si è intrattenuta sul tema della sanità pubblica.

Mentre ci bombardano che dobbiamo prestare attenzione alla nostra salute, la gente non si sta curando. Tutti i malati non covid sono stati abbandonati. Sono stati sospesi interventi, esami diagnostici, visite ambulatoriali. Abbiamo prestazioni che sono state rinviate al 2021 o al 2022. Chi può allora ricorre alla sanità privata. Chi non può muore. Chi ha soldi si cura e chi no. E qui che volevano arrivare. Il ministro Speranza è cofondatore di “Articolo 1” con Bersani e, assieme a Prodi, è responsabile di tutte le privatizzazioni del Paese. In 10 anni abbiamo perso 70.000 posti letto. Per la spending review in sanità che ci imponevano i tagli sulla salute dei cittadini. Mentre distruggevano la sanità, distruggevano i diritti dei pensionandi (legge Fornero) o dei lavoratori col Job Act (governo Renzi) : « tutto cammina di pari passo. I diritti sono stati mercificati

ha concluso.

«Il sistema immunitario è mantenuto su dalle emozioni positive», ha dichiarato Anna Rita Iannetti del Movimento 3V, facendo così rilevare i potenziali danni derivanti dal clima di terrore alimentato dal governo Conte.

Miedico : Nelle RSA c’è chi ha “assassinato” i nostri anziani

Non sono No Vax – ha spiegato Dario Miedico del movimento SiAmo – sono per la Libertà di scelta. Libertà che altri prima di noi hanno conquistato combattendo il fascismo. Oggi, ancora, vogliono chiuderci la bocca definendoci negazionisti. I virus sono tanti e tanti – ha proseguito – del più del coronavirus, ma i più pericolosi sono quelli che si stanno arricchendo sul coronavirus e sperando di arricchirsi ancora di più con un vaccino.

Miedico ha lanciato un’accusa pesante rispetto alle numerose morti degli anziani ricoverati nelle case di riposo : «sono stati assassinati, perché chi doveva proteggerli non li ha protetti». In alcune case di riposo, dove invece c’è stata prevenzione, non c’è stato neanche un morto, ha spiegato.

Il vice presidente di SiAmo ha quindi attaccato i suoi ex colleghi accusando d’essere degli «pseudo scienziati» quelli che consigliano quelli che ci governano. Poi l’accusa :

La scienza spesso si vende. Se sono arrivati in posti di comando è grazie a quei politici che ce li hanno messi e che ora chiedono che dicono quel che fa loro comodo.

Il medico Rita Brandi della fondazione intitolata al professor Luigi Di Bella, poi, ha successivamente difeso la nota, ma bocciata, cura anticancro ed accusato lo Stato ed il SSN di aver svolto la sperimentazione del loro farmaco in maniera «pilotata, amorale», con l’obiettivo di farla fallire. «L’interesse [politico, economico] è misura di tutte le cose», ha denunciato, non il bene comune.

Hutter : La scuola diventata “istituto-sanitario” danneggia psiche ragazzi

Sul palco, quindi, è stata la volta di Solange Hutter, direttrice scolastica del liceo scientifico-classico di Amalfi. Le scuole, ha detto, sono diventate degli

degli istituti sanitari, dei riformatori, dove i ragazzi non sono liberi di fare un colpo di tosse . Tutto questo causerà danni incalcolabili, malattie psichiatriche fisiche per i nostri ragazzi.

La Hutter è già nota alle cronache per aver contestato, con uno sciopero della fame, la norma che prevederebbe l’abbassamento del voto di condotta a chiunque violi le misure anti Covid previste.

La dirigente scolastica ha quindi proseguito spiegando che

il vero obiettivo del governo sono i nostri bambini, d’inculcare loro le paure, per creare una generazione incapace di pensare con la propria testa, una generazione ubbidiente, schiavi al soldo del potere.

Invitando a «spegnete la televisione» per studiare ed informarsi direttamente, ha concluso che non servono le sanificazioni di strade e banchi piuttosto «sanificare Palazzo Chigi e tutti i suoi occupanti».

Konarè : unire le battaglie oltre i confini

Un giovane s’è lamentato, quindi, che oggi «è difficile trovare giovani sensibili all’interesse verso la comunità e la politica ». Ha quindi disegnato il futuro che attente i suoi coetanei : « fattorino da Amazon, oppure lavorare da McDonald’s ». Ma – ha concluso – «noi non ci stiamo a finire precari, non avere famiglia e amici perché schiavizzati al lavoro. Il nemico c’è : il governo Conte, neo liberista capitalista».

Interessante, per certi aspetti, l’intervento di Mohamed Konarè che ha invitato alla solidarietà : serve, ha spiegato, «un cordone ombelicale tra tutti popoli del mondo, i francesi, i tedeschi, gli africani».

Stefano Becciolini di “Patto Assange” ha ricordato l’interesse privato della FCA (ex Fiat) e della famiglia Agnelli rispetto all’epidemia e alla diffusione elle mascherine : «FCA sta stampando 27 milioni al giorno».

Non basta contro informazione serve controcultura.

si è sostenuto.

Martucci : col 5G un milioni di nuove antenne a radiofrequenza

E’ intervenuto, quindi, un rappresentante del movimento “Alleanza nazionale Stop 5G”, Maurizio Martucci. Questi ha denunciato il pericolo del nostro futuro : «il 5G è voluto per una società del controllo», «un milione di nuove antenne a radiofrequenza» che rappresentano un pericolo per la nostra salute, lo sviluppo dell’industria 4.0 e della “quarta rivoluzione industriale” che condurrà alla «fine di milione di posti di lavoro e milioni di professioni sostituiti da macchine e robotica».

L’oratore ha denunciato come, col Piano Colao adottato dal governo Conte,

si stanno stracciando i principi cardini della democrazia, imbavagliando i 600 comuni che avevano adottato delle delibere in via precauzionale contro il 5G.

Scardovelli : La Costituzione testo sacro, nostro valore la solidarietà

Noi avremo successo se la nostra azione sarà guidata da un pensiero radicalmente nuovo diverso opposto al loro

 ha dichiarato, in collegamento audio, Mauro Scardovelli.

Dobbiamo radicarci nel pensiero costituzionale e nei suoi valori – ha spiegato -, la solidarietà, l’amicizia, il dono reciproco, i più forti che aiutano i più deboli, il trasformare l’indignazione in amore .

L’oratore ha ricordato l’articolo 3 della Costituzione – «un testo sacro» – e in particolare i suoi precetti del «pieno sviluppo della persona e della coscienza umana» e quindi

la partecipazione consapevole di tutti cittadini alla politica, come strumento di pieno sviluppo della democrazia.

«Senza direzione, mai alcun vento sarà noi favorevole», ha concluso invocando evidentemente la realizzazione di un progetto completo e condiviso tra le diverse parti politici e sociali presenti in piazza San Giovanni.

E con questo auspicio, la manifestazione s’è conclusa.

La strada è stata però aperta verso la costruzione di un nuovo soggetto politico.

Natale Salvo

Fonte: https://www.fronteampio.it/marcia-della-liberazione-liberta-no-al-terrorismo-della-paura/

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito