La linea rossa di Putin

21putin Lead FacebookJumbo

Il presidente russo Vladimir Putin ha dato un severo avvertimento a chiunque minacci la sicurezza nazionale della Russia, dicendo ai funzionari che i responsabili

“si pentiranno delle loro azioni come non si sono mai pentiti prima”.

Parlando a politici e funzionari statali riuniti a Mosca mercoledì durante il suo discorso annuale, Putin ha ribadito che il Cremlino vuole mantenere buone relazioni con tutte le nazioni, comprese quelle con cui le relazioni sono state danneggiate negli ultimi anni.
Tuttavia Putin ha lamentato che alcuni paesi hanno preso l’abitudine di “prendersela” con la Russia senza motivo.

“Non vogliamo bruciare i ponti. Ma, se qualcuno giudica le nostre buone intenzioni come indifferenza o debolezza, e vuole bruciare i ponti, o addirittura farli saltare, dovrebbe ricordare questo: La risposta della Russia sarà asimmetrica, rapida e dura”,

ha detto.

Putin, tuttavia, non è entrato nei dettagli. Storicamente, la Russia ha sempre risposto colpo su colpo a qualsiasi azione straniera contro Mosca, comprese le sanzioni e altre misure economiche.
Il Cremlino ha rotto tale tradizione questa settimana, quando ha espulso 20 diplomatici cechi in risposta a Praga che ne ha cacciato solo 18 russi.

Il presidente ha anche preso di mira quelli che ha chiamato “gli organizzatori di ogni provocazione”, notando che chiunque minacci gli “interessi fondamentali di sicurezza” della Russia “si pentirà delle sue azioni come non si è mai pentito di nulla prima”.

Putin ha anche affermato che la Russia agisce “modratamente” di fronte alle “azioni ostili” straniere e alla “maleducazione assoluta”.

“Alcuni paesi hanno preso l’abitudine di prendersela con la Russia. Per loro è come una competizione sportiva”, ha detto. “Un nuovo tipo di sport. Giocano a chi sarà il più forte a parlare contro la Russia”.

In conclusione, Putin ha avvertito i leader stranieri di non “oltrepassare la linea rossa” nelle relazioni con Mosca – facendo notare che sarà il Cremlino a stabilire la linea.

Nelle ultime settimane, la relazione tra la Russia e l’Occidente ha iniziato a deteriorarsi.
All’inizio di questo mese, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo che impone sanzioni, in risposta ai presunti cyber hacking di Mosca e alle interferenze nelle elezioni americane del 2020.

Jonny Tickle

Tradotto da Piero Cammerinesi per LiberoPensare

Fonte

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito