il-pifferaio-magico-570x300

La storia si svolge nel 2014 nel Belpaese, un vero e proprio Paese dei Balocchi, dove tutto è permesso e la legalità e la moralità sono un lontano ricordo di cui ancora parlano gli anziani.

Quelli che, per intenderci, raccontano ancora ai nipoti di aver fatto il partigiano.

Il Belpaese è invaso – ormai da anni – da topi, scolopendre, pantegane e parassiti assortiti che ne hanno occupato tutti i posti di controllo, schiavizzando e irridendo i cittadini.

Un bel giorno un uomo con un piffero magico si presenta ai cittadini e promette di disinfestare il Paese da ratti e pantegane che infestano il parlamento e i poteri forti.
La gente acconsente, con la speranza di liberarsi una volta per tutte dai parassiti che infestano il Paese e promette al pifferaio eterna gratitudine.
Il pifferaio tira fuori il suo piffero e cerca una melodia abbastanza suadente per affascinare tutti, dai giovani rampolli rampanti alle anziane zie di campagna, dai milionari ai mendicanti, dai mangiapreti alle beghine.
Non appena il pifferaio inizia a suonare, i ratti e le pantegane restano – anch’essi – incantati dalla sua musica e si mettono a seguirlo, lasciandosi condurre fino a … un nuovo governo, dove, invece di morire annegati come nella fiaba originale, eleggono entusiasticamente il pifferaio loro guida e loro maître à penser.

Anche perché di “penser” ce ne era ben poco prima e ancor meno ora.

I cittadini del Belpaese credono di essersi liberati da ratti e parassiti assortiti, ma non sanno che i ratti e le pantegane sono sempre lì.
Solo si sono travestiti per non farsi riconoscere.
Secondo voi ci sarà un lieto fine a questa nuova versione della fiaba del Pifferaio di Hamelin?

Piero Cammerinesi

* * *

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo.

(Goethe)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito