Lotta

Molti compagni di percorso si lamentano quotidianamente della difficoltà del momento attuale ma, se questo atteggiamento è perfettamente comprensibile per gran parte dell’umanità, non dovrebbe essere tale per chi si è avviato da anni su un sentiero spirituale.

È evidente, infatti, che se guardiamo non solo al quadro del nostro destino ma anche a quello dell’intera umanità non possiamo fare a meno di comprendere come i due siano profondamente collegati.
Pertanto, se il nostro karma è indistricabilmente connesso al più vasto karma dell’umanità, ne discendono inevitabilmente onori ed oneri.

Gli onori dei periodi di pace e di prosperità e gli oneri di fasi meno serene – come ad esempio quella che stiamo vivendo.

Tuttavia, per converso, queste fasi ci mettono di fronte non solo all’elemento passivo della sofferenza che siamo chiamati a condividere con la restante umanità, ma anche all’elemento attivo del nostro impegno  – se siamo esseri umani che aspirano alla conoscenza di se stessi e del mondo – per modificare i destini nostri e dell’intera umanità.

Se riteniamo che non sia un caso l’essere nati in un certo momento storico in cui necessariamente incontriamo una determinata situazione della Terra, dobbiamo allora chiederci: perché ci saremmo incarnati oggi, se non per dare il nostro contributo a quanto sta accadendo?
Né paura né incertezza debbono ostacolare la nostra azione, interiore ed esteriore, per combattere le possenti forze che oggi vogliono assoggettare l’Uomo.

Questa è la responsabilità di ogni ricercatore spirituale e, più generalmente, delle comunità spirituali vere e proprie.

Le quali, mai come oggi, hanno un compito difficilmente sopravvalutabile, essendo l’unica difesa efficace nei confronti del declino verso il quale la civiltà si sta dirigendo.

Un declino – peraltro ampiamente previsto, non solo dai Maestri spirituali, ma dai molti che hanno saputo gettare un’occhiata dietro le quinte del divenire dell’umanità – che oggi abbiamo il dovere di contrastare in ogni modo.

Se non ora, quando?

* * *

Chi si limita a pensare che il saggio ordinamento del mondo provvederà a tutto, se la prende troppo comoda.
Se fosse così, non esisterebbe in nessun luogo dell’intero mondo fisico quello che invece esiste: la libertà umana.

(Rudolf Steiner, Riscatto dai poteri forti)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

en_US
it_IT en_US

LOGIN