Putin all’ONU: Russia pronta a collaborare alla lotta al coronavirus propone una conferenza sullo sviluppo di un vaccino

PUTIN ONU

Durante il suo discorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente russo ha anche proposto di firmare un accordo per vietare la militarizzazione dello spazio e ha sottolineato la necessità di estendere START III
Il presidente russo Vladimir Putin ha pronunciato oggi un discorso alla 75a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, durante la quale ha affrontato varie questioni di attualità.

Il presidente ha ricordato che quest’anno il mondo celebra due “anniversari storici” , il 75esimo anniversario della fine della seconda guerra mondiale e la creazione dell’ONU, e ha affermato che “l’importanza di questi eventi non può essere sopravvalutata, collegata per sempre”.“Dimenticare le lezioni della storia è sconsiderato ed estremamente irresponsabile, così come lo sono i tentativi politicizzati, non basati sui fatti, ma sulla speculazione, di interpretare arbitrariamente le cause, il corso ed i risultati della seconda guerra mondiale”, ha ricordato Putin, definendo un simile atteggiamento “meschinità e crimine contro la memoria di coloro che hanno combattuto contro il nazismo”.

Il presidente russo si è inoltre pronunciato sulla necessità di preservare il diritto di veto dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’ONU.

“La Russia è assolutamente aperta e pronta a collaborare nella lotta al coronavirus”

Vladimir Putin ha dedicato gran parte del suo discorso alla “sfida fondamentalmente nuova” di oggi, la pandemia da coronavirus. Putin ha ribadito che “nuove soluzioni non standard” sono necessarie per recuperare l’economia dopo la pandemia, che può essere elaborata solo “tutti insieme”.

A questo proposito, Putin ha citato la proposta della Russia di introdurre i cosiddetti  “corridoi verdi liberi da guerre commerciali e sanzioni” , “principalmente per beni essenziali, cibo, farmaci e dispositivi di protezione individuale”.

“Liberare il commercio mondiale da barriere illegittime, divieti, restrizioni e sanzioni potrebbe fare molto per ripristinare la crescita globale e ridurre la disoccupazione”, ha dichiarato il presidente.

Inoltre, il leader russo ha ricordato che la Russia “partecipa attivamente” agli sforzi globali e regionali per combattere il covid-19 e “fornisce assistenza agli Stati più colpiti”, rispettando il ruolo centrale di coordinamento dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Putin ha anche elogiato la “competenza scientifica” dei medici russi, che hanno sviluppato il primo vaccino al mondo contro il coronavirus, Sputnik V, osservando che la Russia è “assolutamente aperta e pronta a cooperare” in questo settore. Per questo motivo, il presidente ha proposto di tenere una conferenza online di alto livello nel prossimo futuro con la partecipazione di “Stati interessati” sullo sviluppo di vaccini contro il covid-19.

“Siamo pronti a condividere la nostra esperienza e continuare a interagire con tutti i paesi e le strutture internazionali, [così come] fornendo ad altre nazioni il vaccino russo, che ha dimostrato la sua affidabilità, sicurezza ed efficacia”, ha detto Putin.

Inoltre, il capo di stato russo ha indicato che il suo paese fornirà vaccini gratuiti ai dipendenti delle Nazioni Unite . “Riceviamo questo tipo di appelli dai nostri colleghi delle Nazioni Unite e non rimarremo indifferenti a loro”, ha precisato.

Putin propone di firmare un accordo per vietare la militarizzazione dello spazio

A parte la pandemia, un altro “problema prioritario” che “deve essere risolto rapidamente” secondo Putin è l’estensione del Trattato di riduzione delle armi strategiche (START III), che scade nel febbraio 2021. Il presidente ha assicurato che la Russia sta effettuando negoziati su questo con gli Stati Uniti.

Il presidente ha anche espresso la sua fiducia nella “restrizione reciproca” per quanto riguarda lo spiegamento di nuovi sistemi missilistici, ed a questo proposito ha ricordato che lo scorso anno la Russia ha già dichiarato una moratoria sullo schieramento di missili terrestri a corto raggio e intermedio in Europa. e altre regioni del mondo, “fintanto che gli Stati Uniti si astengono da tali misure”.
“Sfortunatamente, non abbiamo ancora sentito alcuna reazione alla nostra proposta né dai nostri partner americani né dai loro alleati”, ha lamentato Putin.

D’altra parte, il presidente russo ha proposto di firmare un accordo tra tutte le principali potenze spaziali per vietare l’installazione di armi nello spazio  l’uso della forza o la minaccia della forza contro oggetti spaziali.

Inoltre, Putin ha osservato che sia la protezione dell’ambiente che le questioni relative al cambiamento climatico dovrebbero concentrare sforzi congiunti.

“In un mondo interconnesso e interdipendente, nel vortice degli eventi internazionali, è necessario agire insieme e basarci sui principi del diritto internazionale stabiliti nella Carta delle Nazioni Unite. […] Auguro pace e prosperità a tutti i popoli del pianeta “, ha concluso il presidente nel suo discorso.

Fonte: L’Antidiplomatico

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

en_US
it_IT en_US

LOGIN