Cos’è una donna?

Transgender People Continue To Face High Burden Of Hiv Worldwide 1440x810

Matt Walsh ha cercato di farsi dire dai guru transgender che cos’è una donna.
Guardare questo video sarà una delle migliori ore e mezza che abbiate mai trascorso.

L’unica risposta che ottiene è

“una donna è una persona che afferma di essere una donna, una persona che si autoidentifica come donna”.

Ok, dice Walsh, ma qual è la definizione di donna che la persona dichiara di essere? Ripetendo la domanda senza ottenere risposta, viene etichettato come “transgenderfobico”. Ma che significa? E perché è fobico chiedere che cos’è una donna?

La risposta è che il transgender è una bufala e i guru lo sanno. Ecco perché non possono dire cosa sia una donna.

Secondo i guru del transgender, esistono il sesso e il genere. Il sesso è biologico, determinato dai cromosomi, ma il genere è un costrutto sociale, dicono. Una persona con vagina, utero, ovaie, ghiandole mammarie e in grado di partorire è definita dai cromosomi come una donna. Ma questo non è definitivo. Il genere, un costrutto sociale, ha voce in capitolo. La donna biologica non è una donna se non si dichiara tale. Se si dichiara uomo, la sua dichiarazione prevale sui cromosomi ed è un uomo.

Di fronte a questo, Walsh chiede ai guru transgender se non sia un fatto che le persone a volte fanno dichiarazioni false.


I guru, o alcuni di loro, ammettono che a volte le persone dicono bugie. Walsh chiede loro se le persone possono anche dichiarare la propria razza. Supponiamo che io vi dica che sono nero, mi credereste, chiede. La sua domanda viene elusa. Una filosofa del Rhodes College di Memphis, Rebecca Tubel, ha effettivamente sollevato la questione in una rivista scientifica, subendo feroci attacchi, così come la rivista Hypatia. I redattori si sono scusati per la “sofferenza” che l’articolo ha causato a coloro che si dichiarano transgender, ma sono stati comunque licenziati.

Nessuno ha spiegato perché la prospettiva di una persona transrazziale faccia male a una persona transgender o perché l’opposizione transgender alla transrazzialità non sia transrazzialfobica. E nessuno ha spiegato perché le donne che si trovano di fronte a uomini nei loro bagni che affermano di essere donne non hanno il diritto di sentirsi offese e vengono liquidate come transgenderfobiche.

Se va bene che un uomo sia così confuso da pensare di essere una donna, perché una persona non può essere transessuale e pensare di essere un cavallo, uno scimpanzé o un marziano?

Trans significa al di là o dall’altra parte, attraverso, come transatlantico, od oltre. Quindi transgender è al di là del genere o dall’altra parte del genere. Transrazziale è oltre la razza o dall’altra parte della razza. Transpecie significa oltre la specie. In altre parole, transgender è una parola inventata, così come è una condizione inventata, che non ha senso. Qual è l’altra faccia del genere? Come si fa ad andare oltre il genere? Come è possibile che la realtà biologica possa essere annullata da una persona che si identifica con qualcosa che non è?

Tuttavia, sta accadendo. Ora è una materia universitaria e presto sarà un corso di studi che porterà a una laurea. I sostenitori del transgender lo stanno trasformando nell’ultima moda, mettendo in testa alla gente che è una cosa bella da fare.

Siamo arrivati al punto del nostro decadente declino in cui non riusciamo più a distinguere un uomo da una donna. 

Paul Craig Roberts

Fonte

Tradotto dall’inglese da Piero Cammerinesi per LiberoPensare


Paul Craig Roberts (3 aprile 1939) è un economista e autore americano.
In passato ha ricoperto un incarico di vicecapo di gabinetto nel governo degli Stati Uniti, nonché incarichi di insegnamento in diverse università statunitensi.
È un promotore dell’economia orientata all’offerta e un oppositore della recente politica estera degli Stati Uniti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
Pinterest
Twitter
Email
Telegram
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT

Accedi al sito