I wonder if I know him (Rabindranath Tagore)

01 Settembre 2014 Scritto da  Piero Cammerinesi

I wonder if I know him Rabindranath Tagore

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Mi chiedo se lo conosco
colui che parla con la mia voce,
che muove l’esser mio,
il cui talento è nei miei versi,
la cui melodia è nelle mie canzoni
nella gioia e nel dolore.

Pensavo che egli fosse dentro di me imprigionato,
nell’alternarsi di lacrime e risa,
lavoro e gioco.

Credevo ch’egli fosse il mio vero sé
e che sarebbe scomparso con la mia morte.
Ma perché allora inondato di gioia mi sento lui,
nel vedere e sfiorare la mia amata?

Questo ‘Io’ al di là del sé ho trovato
sulle sponde del mare lucente.
E ora so
che questo 'Io' non è imprigionato dentro i miei confini.

Nel perdermi, lo trovo
oltre i confini di tempo e spazio.
Attraverso le ere
imparo a conoscere il suo lucente sé
nella vita del cercatore,
nella voce del poeta.

Dalle nuvole scure scende la pioggia.
Mi siedo e penso:
attraverso tante forme, tanti nomi,
discendo, la soglia attraversando
d'innumerevoli nascite e morti.

Il Supremo Indiviso, in sé completo,
abbracciando passato e presente
nell'Uomo dimora.
Dentro di Lui troverò me stesso.
l’’Io’ che giunge in ogni luogo.

Rabindranath Tagore

 

* * *


I wonder if I know him
In whose speech is my voice,
In whose movement is my being,
Whose skill is in my lines,
Whose melody is in my songs
In joy and sorrow.

I thought he was chained within me,
Contained by tears and laughter,
Work and play.

I thought he was my very self
Coming to an end with my death.
Why then in a flood of joy do I feel him
In the sight and touch of my beloved?

This I beyond self I found
On the shores of the shining sea.
Therefore I know
This'I' is not imprisoned within my bounds.

Losing myself, I find him
Beyond the borders of time and space.
Through the Ages
I come to know his Shining Self
In the Iife of the seeker,
In the voice of the poet.

From the dark clouds pour the rains.
I sit and think:
Bearing so many forms, so many names,
I come down, crossing the threshold
Of countless births and deaths.

The Supreme undivided, complete in himself,
Embracing past and present,
Dwells in Man.
Within Him I shall find myself -
The I that reaches everywhere.

Rabindranath Tagore

Vota questo articolo
(2 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 31 Agosto 2017 09:54
I wonder if I know him (Rabindranath Tagore) - 4.5 out of 5 based on 2 votes
Piero Cammerinesi

Piero Cammerinesi

Articoli correlati (da tag)