I wonder if I know him (Rabindranath Tagore)

I wonder if I know him Rabindranath Tagore

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Mi chiedo se lo conosco
colui che parla con la mia voce,
che muove l’esser mio,
il cui talento è nei miei versi,
la cui melodia è nelle mie canzoni
nella gioia e nel dolore.

Pensavo che egli fosse dentro di me imprigionato,
nell’alternarsi di lacrime e risa,
lavoro e gioco.

Credevo ch’egli fosse il mio vero sé
e che sarebbe scomparso con la mia morte.
Ma perché allora inondato di gioia mi sento lui,
nel vedere e sfiorare la mia amata?

Questo ‘Io’ al di là del sé ho trovato
sulle sponde del mare lucente.
E ora so
che questo 'Io' non è imprigionato dentro i miei confini.

Nel perdermi, lo trovo
oltre i confini di tempo e spazio.
Attraverso le ere
imparo a conoscere il suo lucente sé
nella vita del cercatore,
nella voce del poeta.

Dalle nuvole scure scende la pioggia.
Mi siedo e penso:
attraverso tante forme, tanti nomi,
discendo, la soglia attraversando
d'innumerevoli nascite e morti.

Il Supremo Indiviso, in sé completo,
abbracciando passato e presente
nell'Uomo dimora.
Dentro di Lui troverò me stesso.
l’’Io’ che giunge in ogni luogo.

Rabindranath Tagore

 

* * *


I wonder if I know him
In whose speech is my voice,
In whose movement is my being,
Whose skill is in my lines,
Whose melody is in my songs
In joy and sorrow.

I thought he was chained within me,
Contained by tears and laughter,
Work and play.

I thought he was my very self
Coming to an end with my death.
Why then in a flood of joy do I feel him
In the sight and touch of my beloved?

This I beyond self I found
On the shores of the shining sea.
Therefore I know
This'I' is not imprisoned within my bounds.

Losing myself, I find him
Beyond the borders of time and space.
Through the Ages
I come to know his Shining Self
In the Iife of the seeker,
In the voice of the poet.

From the dark clouds pour the rains.
I sit and think:
Bearing so many forms, so many names,
I come down, crossing the threshold
Of countless births and deaths.

The Supreme undivided, complete in himself,
Embracing past and present,
Dwells in Man.
Within Him I shall find myself -
The I that reaches everywhere.

Rabindranath Tagore

Vota questo articolo
(2 Voti)
Ultima modifica il Giovedì, 31 Agosto 2017 09:54
I wonder if I know him (Rabindranath Tagore) - 4.5 out of 5 based on 2 votes

You have no rights to post comments

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Piero Cammerinesi
Chi Sono 

About me

Privacy Policy

Multilanguage content

en ENGLISH    de DEUTSCH

(You need to be logged in to see part of the content of this website. Please Login to access Biblioteca)