Bomba ad orologeria globale

Timebomb
(ASI) La rivista “International Journal of Infectious Diseases” (Giornale internazionale delle malattie infettive) pubblica il risultato della prima autopsia di un paziente vaccinato contro SARS-CoV-2 post mortem (di cui alleghiamo il link*).
L’articolo dal titolo “Global Time Bomb” [Bomba ad orologeria globale]

Primo caso di studio post mortem su paziente vaccinato contro SARS-CoV-2; “RNA virale trovato in ogni organo del corpo” riporta i risultati della prima autopsia in assoluto di una persona vaccinata contro il COVID-19, che è risultata negativa 18 giorni dopo il ricovero in ospedale ma 24 giorni dopo il vaccino, ha rivelato che l’RNA virale è stato trovato in quasi tutti gli organi del corpo. SI legge. ‘il vaccino, pur innescando una risposta immunitaria, non ha impedito al virus di entrare in ogni organo del corpo.

L’RNA virale è stato trovato praticamente in ogni organo del corpo, il che significa anche le proteine Spike.
Ci sono anticorpi (come il “vaccino” dovrebbe creare) ma sono irrilevanti perché, sulla base di uno studio dal Giappone, ora sappiamo che la proteina Spike S1 è ciò che fa il danno. Questa mattina abbiamo parlato con uno specialista in malattie infettive di un ospedale del New Jersey. Gli abbiamo inviato i risultati dell’autopsia e abbiamo chiesto i suoi pensieri. Quando ha richiamato poco dopo, era chiaramente scosso. Ci ha detto “Non puoi citarmi per nome, verrò licenziato dall’ospedale se lo fai”. Abbiamo deciso di nascondere la sua identità. Lo specialista  in malattie infettive ha poi riferito:

“La gente pensa che solo una minoranza di persone ottenga effetti negativi dal vaccino. Sulla base di questa nuova ricerca, significa che tutti avranno effetti negativi, perché quelle proteine Spike si legheranno ai recettori ACE2 e ovunque nel corpo”.

Quell’mRNA doveva rimanere nel sito dell’iniezione ma così non è stato .
Ciò significa che anche le proteine spike create dall’mRNA saranno in ogni organo, e ora sappiamo che sono le proteine spike che fanno il danno.
Peggio ancora, l’RNA virale che si trova in ogni organo nonostante un vaccino, indica:

1) Il vaccino non funziona affatto, oppure;
2) Il virus gode dell’Antibody Dependent Enhancement (ADE), il che significa che in realtà si diffonde velocemente nelle persone vaccinate.


Questa è una BOMBA A OROLOGERIA GLOBALE.’
Secondo il rapporto post mortem pubblicato, l’uomo vaccinato aveva 86 anni ed era risultato NEGATIVO per il COVID-19 quando era stato ricoverato per la prima volta in ospedale con gravi problemi gastrointestinali e difficoltà respiratorie. Ecco cosa descrivono i rapporti:

“Segnaliamo su un maschio di 86 anni residente in una casa di riposo che ha ricevuto il vaccino contro SARS-CoV-2.
La storia medica passata includeva ipertensione arteriosa sistemica, insufficienza venosa cronica, demenza e carcinoma della prostata. Il 9 gennaio 2021, l’uomo ha ricevuto il vaccino a RNA modificato con nanoparticelle lipidiche BNT162b2 in una dose di 30 μg. L’uomo vaccinato ora morto era in una stanza dove un altro paziente alla fine è risultato POSITIVO per COVID, e il rapporto afferma che pensano che l’uomo vaccinato morto abbia preso COVID dopo essere stato ricoverato, dall’altro paziente nella stessa stanza. Quindi il danno agli organi del vaccinato ormai morto, è avvenuto PRIMA che fosse contagiato dal COVID dall’altro paziente della stanza d’ospedale.
Peggio ancora, una volta che l’uomo vaccinato ha effettivamente preso il COVID, tutto si è diffuso così velocemente all’interno del suo corpo.’ 

Questo quanto riportato nell’articolo pubblicato dalla rivista specializzata in malattie infettive. Al fine di garantire la tutela della salute degli Italiani come recita l’Art. 32 della carta costituzionale, provvederemo a chiedere spiegazioni al Ministro della Sanità***, tenuto conto oltretutto che anche un recente articolo ANSA**** ha evidenziato come le proteina Spike danneggia le cellule sane.”

Lo dichiara in esclusiva ad A.S.I. con una nota il Coordinatore Nazionale dell’Organizzazione Politica Italia nel Cuore (MIC), Mauro Tiboni.

*Articolo “International Journal of Infectious Diseases”

**Allegato articolo “International Journal of Infectious Diseases

*** PEC inviata  il 15/06/2021 al Ministro della Sanità Speranza dall’Organizzazione Politica Italia nel Cuore (MIC)

PEC dell’Organizzazione Politica Italia nel Cuore inviata a Ministro Speranza

***** Covid: spike danneggia direttamente cellule di vasi sanguigni – Medicina – ANSA.it 

Fonte

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Ti potrebbero interessare:

it_IT
en_US it_IT

Accedi al sito